Primi piatti

Dolci vari

domenica 3 ottobre 2010

Tiramisù tradizionale e origini del dolce


Buona domenica a tutte/i!

Ieri ho fatto questo buonissimo dolce, per gli ospiti, che l'hanno molto gradito e spazzolato!






Ingredienti:
 
500 g mascarpone

250 g savoiardi


5 uova (dividete tuorli e albumi)

150 g zucchero

caffè q.b.

cacao amaro q.b.



Preparazione:

Sbattete i tuorli con lo zucchero, fino ad ottenere un composto chiaro. Montate a neve ben ferma 3 albumi con una presa di zucchero e uniteli delicatamente al mascarpone, precedentemente lavorato con una forchetta. Amalgamate questo composto con quello di tuorli e zucchero, ottenendo così una crema densa e corposa. Prendere una pirofila dai bordi alti, inzuppare i savoiardi nel caffè tiepido e fare uno strato di base, ricoprire di crema e ripetere un'altro strato di savoiardi, e terminare con la crema. Ricoprire con una pellicola trasparente, fate attenzione che non tocchi la crema altrimenti togliendola verrà via!
Tenere in frigo per 2-3 ore, e prima di servire cospargere di cacao amaro.

 





 Origini del Tiramisù:

La storia di questo dolce è affascinante e piena di misteri. Il tiramisù che nacque proprio in Italia, forse in Toscana, o nel Veneto. Moltissime sono le leggende legate a questo dolce tanto buono quanto misterioso a cui vennero attribuite grandi virtù afrodisiache. La versione più accreditata della storia del tiramisu' colloca la sua nascita verso la fine del XVII secolo.



Il dolce nacque a Siena quando il Granduca di Toscana, Cosimo III de' Medici decise di trasferisi per qualche giorno nella città. I pasticcieri senesi decisero di realizzare, proprio in onore del granduca un dolce che rappresentasse quelle che erano le caratteristiche del nobile.


Doveva essere un dolce "importante" che contenesse al suo interno ingredienti semplici ma gustosi; era importante che fosse sfarzoso e goloso poiché il nobile amava molto le dolcezze. Venne così realizzato l'attuale tiramisù che allora,in onore proprio del granduca fu chiamato "zuppa del duca".


Il nobile apprezzò notevolmente l'abilità dei pasticcieri senesi e il sapore delizioso del dolce e decise di portare così la ricetta a Firenze. Fu così che la "zuppa del duca" divenne famosa, fino a oltrepassare i confini del granducato per approdare a Treviso e quindi a Venezia. La leggenda, racconta che divenne il dolce prediletto dai cortigiani, poiché attribuivano proprietà eccitanti e afrodisiache. Si diffuse l'abitudine di consumarne abbondanti porzioni prima di ogni incontro amoroso. Ed ecco che la "zuppa del duca" cambiò nome e prese quello decisamente allusivo di "tiramisu".
tratto da: http://www.tanteparole.it/

Sono dispiaciuta e arrabbiata di vedere le mie ricette in giro nel web, copiate pari pari...Basta!

Sono dispiaciuta e arrabbiata di vedere le mie ricette in giro nel web, copiate pari pari...Basta!
E' espressamente vietato riprodurre (eccetto che per uso privato e non commerciale), pubblicare, trasmettere, distribuire, mostrare, muovere, cancellare, aggiungere, modificare, vendere il materiale contenuto in questo sito o parte di esso. E' altresì espressamente vietato usare o mostrare il materiale contenuto in questo sito internet e stabilire un link alle pagine interne o al materiale contenuto in questo sito in altri siti internet senza citare la fonte e senza previo permesso della titolare.
Le immagini e i testi pubblicati in questo sito sono di proprietà esclusiva di Paola Brunetti, autrice del blog La cucina di Paola Brunetti, e sono protetti dalla legge sul diritto d’autore n. 633/1941 e successive modifiche. NON autorizzo la pubblicazione dei testi, delle ricette e delle foto in alcun spazio della rete che siano forum o altro senza preventiva richiesta.