Elenco ricette per Etichetta

Salati

Pasta fatta in casa

Fragole

Dolci per la colazione

Incido su commissione il vetro: bicchieri, vasi, finestre, specchi, ecc Clicca la foto

lunedì 28 febbraio 2011

Pane tipo ferrarese e frittata di cipollotti


Sapete bene che a me piace tantissimo fare il pane in casa, e soprattutto provare ricette nuove ( almeno per me). Sicuramente questo non si può definire pane ferrarese, perchè solo quello originario del posto e fatto con gli ingredienti del posto può definirsi tale e unico.
Questo pane è buono e croccante specialmente mangiato entro poche ore ;)

Ingredienti:

  gr 500 farina di grano tenero

gr 15 lievito di birra

2 cucchiai di olio  extra vergine d'oliva

acqua q.b.

sale

Impastare la farina con il lievito sciolto in poca acqua, aggiungere un pizzicotto di sale, l'olio e altra acqua sino ad ottenere un'impasto compatto e non troppo sodo. Lavorare bene per 5 minuti, e poi metterlo a lievitare coperto da un canovaccio umido per 90 minuti.


Riprendere il panetto, impastare nuovamente, staccare dei piccoli pezzi e dale loro forma dl pane ferrarese, facendo due cornetti attorcigliati  e incrociati fra di loro, e chiudere la parte centrale con un'altro pezzo di pasta.



Disporre il pane su carta da forno, e lasciare lievitare il tempo che il forno raggiunge la temperatura di 240°
Cuocere per 40 minuti, controllando spesso senza aprire il forno



Frittata con i cipollotti


4 uova


1 cipollotto (o 2 secondo le dimensioni)

sale

pepe nero

formaggio grattugiato (a piacere parmigiano o pecorino o entrambi)

olio evo.

Sbattete le 4 uova con poco sale e il formaggio grattugiato.
Tagliate finemente il cipollotto con la coda e fatelo appassire in una padella con olio evo, sale ed un pizzico di pepe nero.Quando sarà diventato tenero, versateci sopra l'uovo e mescolate bene con la forchetta in modo da distribuire il cipollotto lungo tutta la superficie.
Girare la frittata con un piatto o coperchio, o se ci riuscite "al volo" e cuocere dall'atra parte.

domenica 27 febbraio 2011

Castagnole veloci da fare: rosse da vedere e bianche da mangiare...



Queste castagnole sono le stesse di queste castagnole rosse di mia mamma

soltanto che al posto del cetrato va aggiunto all'impasto1 bustina di lievito chimico per dolci e subito si possono friggere.

Vi consiglio di mangiarle subito o in giornata.

L'impasto si può arricchire di uvetta sultanina ammollata e strizzata in quantità desiderata.

Riposto la ricetta:

4 uova


4 cucchiai di burro sciolto

4 cucchiai di zucchero

4 cucchiai di anice (liquore)

4 cucchiai di latte

1 limone grattuggiato (oppure una vanillina)

 
gr 470/500 di farina 00

 1 bustina di lievito in polvere per dolci

#-#-#-#-#

alchermes

olio di arachidi o evo

zucchero semolato per decorare



Amalgamare in una ciotola tutti gli ingredienti, agiungere in ultimo il lievito in polvere



Friggere a piccole cucchiaite in olio o strutto caldo. Sgocciolarle bene su carta paglia, poi intingerle in una ciotola con il liquore rosso (l'archermes) e subito dopo rotolarle in un piatto di zucchero semolato





venerdì 25 febbraio 2011

Fano: cittadella del cioccolato dal 24 al 27 febbraio 2011

Fano (Pesaro Urbino), 22 febbraio 2011 - Piazza XX Settembre è pronta a diventare la 'Cittadella del cioccolato'. A partire da giovedì 24 febbraio e fino a domenica 27 febbraio l’antica platea del Medioevo diventerà il paradiso dei golosi e nell’aria si spanderà il profumo penetrante del cioccolato.


Ben 25 stand ospiteranno i maestri cioccolatieri provenienti da tutta Italia. A stuzzicare il palato dei presenti, solo per citare qualche esempio, ci saranno la Dolceria Melillo di Termoli (CB) con i suoi migliori prodotti (recensiti anche nelle più importanti riviste nazionali di cucina), tra cui frutta e biscotti, rigorosamente al cioccolato, la Pasticceria Biolzi di Bedonia (PR) maestra di raffinatissima pralineria, dragees e tronchetti di

cremino. Dolci Express di Merate (LC) con le cioccolate calde aromatizzate ai gusti più fantasiosi e gli oggetti (ferri vecchi del mestiere) in cioccolato fondente spolverati da finissimo cacao.

mercoledì 23 febbraio 2011

Cestino di croccante al sesamo con crema di yogurt greco e caffé





Se vi piacciono i croccanti, questo cestino...è buonissimo!

Ingredienti per il cestino:

gr 90 sesamo biologico tostato in padella

gr 105 zucchero semolato

1 cucchiaio d'acqua

3 gocce di limone

Fare il classico caramello con lo zucchero, l'acqua e il limone.
Quando sta per diventare bruno chiaro aggiungere il esamo tostato e amalgamare bene.
Rovesciarlo su carta da forno  e dare al croccante la forma di cerchio.
Posare il croccante su un bicchiere rovesciato, come in foto e aspettare...




Per preparare le crema di yogurt, occorre:

2 tuorli

2 cucchiai di zucchero semolato

1 tazzina di caffè ristretto

gr 170 yogurt greco intero

Montare i tuorli con lo zucchero, fino a farli diventare chiari e spumosi, aggiungere il caffè freddo, lascia raffreddare circa 1 ora in frigo, poi aggiungi lo yogurt, amalgama bene il tutto, versa nel cestino e riponi di nuovo in frigo...nell'attesa di mangiare tutto!!



Volendo, potete spenellare l'interno del cestino con del cioccolalto findente fuso a bagno maria


buono, buono, buonoooo ;)

lunedì 21 febbraio 2011

Gnocchi (di mia mamma) con pere, gorgonzola e noci



Questi gnocchi li ha fatti veramente mia mamma...
io li ho tirati fuori dal mio congelatore e li ho cucinati!

Cosa serve per fare gli gnocchi?

seguite questa ricetta degli gnocchi
 perchè è la stessa che usa lei!

Per quanto riguarda invece il piatto completo, ho fatto così:

gr 800 di gnocchi di patate

gr 200 di gorgonzola dolce

una punta di cannella in polvere

pochissimo latte

1 grossa pera non molto matura grattugiata

1 noce di burro

1 cucchiaio di olio

4 gherigli di noce tagliati al coltello

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

In una padella sciogliete il burro nell’olio.

Aggiungere il gorgonzola a fette e allungare con il latte, aggiungere la cannella e rendere il tutto cremoso.

Aggiungere la pera grattugiata. Cuocere per 3 minuti.

Far cuocere gli gnocchi in acqua. Quando vengono in superficie prelevarli e porli nella crema di gorgonzola. Mantecare per un minuto e servire nel piatto con una spolverata di noci.



domenica 20 febbraio 2011

Carnevale di Fano 2011

Il carnevale più antico d' Italia, a Fano (PU) nelle Marche ( la mia città!), oggi pomeriggio ha dato vita alla prima sfilata di nuovi carri bellissimi!


" tecnologie carnevalesche"
l'argomento è la colloocazione del carnevale in un mondo di robot, tra la fantascienza dei cartoni animati giapponesi e la previsione di un futuro meccanizzato

giovedì 17 febbraio 2011

Petto di pollo agli agrumi con pepe rosa e sale rosa


Questa ricetta l'ho appena fatta stasera per cena, è veloce e gustosa!

Ho tagliato del petto di pollo a cubetti e li ho infarinati.
In una padella ho messo del burro e poi i cubetti di pollo avendo prima tolto la farina in eccesso.
Poco dopo ho aggiunto pochissimo marsala secco, delle zeste di limone e il succo di una arancia, e del pepe rosa in grani.
Portato a cottura et voilà...
un semplice ma delizioso piatto ;)


Sale rosa dell'Himalaya

“Il sale più puro ed energetico della terra”



Ricco di oligoelementi e Altamente nutritivo:

Ecco le caratteristiche principali del sale rosa dell’Himalaya, ciò che lo rende unico e speciale rispetto a tutti gli altri tipi di sale e il motivo per cui è considerato il sale più ricco della terra.
Il sale alimentare himalayano, conosciuto più comunemente come Sale Rosa, viene estratto dalle miniere di sale di Khewra, nel Punjab pakistano. E’ un alimento particolarmente puro e nutritivo: non è contaminato dall’inquinamento ed è ricco di importanti oligoelementi facilmente assorbibili, necessari alla buona funzione dell’organismo umano

L’ingrandimento al microscopio rivela una equilibrata e fine ramificazione, ombre e bordi grezzi. Il cristallo non è isolato dagli elementi minerali, ma è collegato a loro. Questo vuol dire che il contenuto di energia, sotto forma di sali minerali, è equilibrata e può essere facilmente metabolizzato dall’organismo. Questo cristallo è pieno di vita. Se assunto come alimento, esso sarà un guadagno netto per il corpo con una perdita di energia pari a zero.


Quindi perché fa meglio alla salute?

Proprio per la sua struttura cristallina, che lo rende particolarmente adatto all’uso alimentare. I cristalli infatti non sono mai completi, sono sempre legati ad altri elementi minerali (se ne sono trovati ben 83) e proprio per questo il nostro sistema digestivo non deve scinderli in parti più piccole, ma sono già pronti. Quindi l’energia impegnata è minima e il beneficio massimo. Il sale rosa può essere utilizzato per la preparazione di qualunque piatto o bevanda Le sue caratteristiche e il suo gusto morbido lo rendono ottimo come condimento sui cibi. Ha un sapore diverso dal comune sale da tavola: la sua salinità infatti è più morbida, meno concentrata, e dà un tocco in più agli alimenti perchè ne esalta il gusto anzichè coprirlo. Inoltre la particolare concentrazione di altri componenti minerali costituisce un’importante corollario per gusto e fonte di nutrimento.
Unito all’acqua diventa una insostituibile soluzione idrosalina da assumere quotidianamente, importante per mantenere la giusta concentrazione di sali minerali nel nostro organismo.

tratto da: http://www.ilsalerosa.com/

mercoledì 16 febbraio 2011

Seppie con piselli: ricetta di mia mamma




Sabato mattina sono stata al mercato del pesce ed ho comperato questa bella seppia fresca e (pulita!!!), poi ho telefonato alla mia mamma e le ho chiesto questa buonissima ricetta.

Mi ha detto di fare così:

Lavare bene la seppia, poi  sotto acqua corrente spellarla da quella pellicina trasparente, e tagliarla a piccoli pezzi.
In tegame mettere insieme aglio, cipolla e seppia.
Rosolare, e togliere l'aglio.
Quando la seppia avrà scaricato la sua acqua e sarà evaporata aggiungere i pelati, e poco dopo i piselli in barattolo.
Portare tutto a cottura a fuoco basso.

lunedì 14 febbraio 2011

Cuore di marzapane

Buon San Valentino!



Per questo cuore di marzapane, ho usato del marzapane colorato con colore alimentare rosso.
Il ripieno è formato da marzapane, nocciole e cioccolato fondente tritati.
Cose semplici per un risultato d'effetto.

Tanti auguri a tutti gli innamorati...

mercoledì 9 febbraio 2011

Non le solite verdure!...



Un'idea nuova per mangiare patate e carote sia per noi e i bambini.

Verdure cotte a vapore ma... intagliate!

Si possono tagliare con le formine dei biscotti e rifinire con un coltellino




La cottura a vapore le fa rimanere integre e conservano così meglio le loro proprietà nutritive




eccole pronte, belle da vedere e buonissime da mangiare!



sarà sufficiente un filo di olio evo, poco sale e pepe

Vi piace questa idea?

sabato 5 febbraio 2011

Cestini di cioccolato con mousse al caffé

Questo è un dessert molto scenografico, oltre che mooolto buono!
I cestini al cioccolato non sono facilissimi da fare, ma la seconda volta ( spero anche a me!) verranno meglio...



Ingredienti per i cestini al cioccolato:


gr 200 ottimo cioccolato fondente

Fondere il cioccolato fondente a fuoco basso a bagno maria.
Versare un cerchio di cioccolato su ogni quadrato di pellicola per alimenti e avvolgete i quadrati su dei bicchieri, con la cioccolata fuori e aspettate che si induriscano, poi togliere delicatamente la pellicola.
Consiglio di fare un bel strato di cioccolato!, e di farne qualcuno in più..perchè sono mooolto fragili :((




Infatti a me è venuto solo un bel cestino :(
però ho usato anche i frammenti ;)




Ingredienti Mousse al Caffè:




Caffè 80 ml ristretto

Zucchero 100 gr

Panna 200 ml

Uova 2



Sbattiamo le uova assieme allo zucchero fino ad ottenere un composto ben spumoso (sbattete almeno 10 minuti).

Ora montiamo la panna, aggiungiamo poi il caffè e amalgamiamolo bene fino ad ottenere un composto cremoso, attenzione a non smontare la panna.

Ora amalgamiamo assieme le uova con la panna, e sempre senza smontare il composto andiamo a lavorare fino ad ottenere un composto cremoso ed omogeneo, quindi prendete delle coppette e versate il composto, mettete in frigo e fate riposare almeno 6 ore prima di consumare, la mousse al caffè è pronta!!!





In mancanza dei cestini ho messo la mousse nei bicchieri





giovedì 3 febbraio 2011

Crema di zucchine con dolce croccante

Buongiorno! :)  volete una ricetta veloce, buona, calda e "leggera", per pranzo?
Eccola qui, una favolosa crema di zucchine facilissima!!

Prendete una padella, mettete olio evo, scalogno a fettine sottili e soffriggete. Aggiungete le zucchine (le quantità varia a seconda dei commensali!), lavatele, e tagliatele o a fette o a pezzetti e portate a cottura ( se volete aggiungete acqua calda durante la cottura). Passate le zucchine nel bicchiere con il frullatore a immersione e otterrete una deliziosa crema! A me piace densa... ;)
Aggiungete in ogni piatto delle briciole di pane vecchio tostato in padella e dei cubetti di pecorino dolce, un piatto unico, caldo, che scalda anche il cuore! :))



Buon pranzo!

con questa ricetta partecipo al contest di Minù


martedì 1 febbraio 2011

Ciambelline fritte e soffici


Queste ciambelline sono veloci da fare, buonissime e leggere.


Ingredienti:

gr 300 acqua

gr 70 burro

gr 250 farina 00

4 uova intere

1 limone

gr 250 zucchero semolato

olio di arachidi per friggere

Portare ad ebollizione l'acqua salata con il burro, gettate la farina tutta insieme e girate velocemente, fino a quando si staccherà dalle pareti del tegame. Spegnete il fuoco e aspettate che l'impasto raffreddi. Aggiungere poi un uovo alla volta, senza aggiungere il successivo se il precedente non risulta bene assorbito.
Ottenuta una crema fluida e uniforme, aggiungere un pizzico di sale, 2 cucchiai di zucchero e la buccia del limone grattuggiata. Mettere l'impasto dentro una tasca da pasticciere, senza bocchetta.


Scaldare l'olio, quando sarà caldo ma non bollente formate dei cerchi  e lasciare che friggano piano, gonfiandosi e dorandosi.



Appena cotte, asciugate brevemente su carta assorbente, poi rotolate le ciambelline nello zucchero semolato rimasto.



e poi...mangiarle!! ;)

Buone anche fredde.

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

visite


contatore

.

Acquista o regala il mio libro di ricette

Acquista o regala il mio libro di ricette
clicca la foto